Angola

Angola

Documentazione necessaria per l’ingresso nel Paese
 Passaporto: necessario, con validità residua di almeno sei mesi e con almeno una pagina bianca fronte e retro. Si segnala inoltre che per ottenere il visto di lavoro, ricongiungimento familiare o di residenza, è consigliabile che il passaporto abbia almeno due pagine libere e una validità minima di un anno.

Viaggi all’estero dei minori: si prega di consultare l’Approfondimento: “Prima di partire – Documenti per viaggi all’estero di minori” sulla home page di questo sito.

Visto d’ingresso: obbligatorio per il passaporto ordinario, mentre per il passaporto diplomatico e di servizio non è necessario il visto per soggiorni di breve durata (90gg ogni semestre).

Visto ordinario: rilasciato per motivi familiari, di viaggio, scientifici, d’affari, o per turismo. Di norma è valido per un’entrata e permette il soggiorno nel Paese per un periodo massimo di 30 giorni (rinnovabile in loco, a pagamento, presso il Servizio emigrazione stranieri).
Dal 6 giugno 2013 l’Angola prevede per il rilascio del visto il rilevamento delle impronte digitali. E´ pertanto necessario recarsi di persona all’Ambasciata angolana a Roma almeno  15-20 giorni prima della data di partenza.  Parziale eccezione per quanto riguarda il visto turismo, che da marzo 2018 può anche essere rilasciato alla frontiera, previa compilazione di un modulo online, senza passare dall’Ambasciata di Angola a Roma. 
Si consiglia in ogni caso di informarsi preventivamente presso l’Ambasciata o il Consolato angolano competente o presso il proprio Agente di viaggio 

Visto di lavoro: permette l’ingresso nel Paese per esercitare una specifica attività lavorativa; esso consente l’ingresso multiplo nel territorio angolano e permette il soggiorno sino ad un anno, prorogabile in base alle necessità. Deve essere utilizzato entro 60 giorni dalla sua concessione. L’Ambasciata dell’Angola a Roma invia la richiesta allo SME (“Servico Migraçao e Estrangeiros”, dipartimento del Ministero dell’Interno), che impiega un tempo minimo di 3 mesi  per la risposta. Il visto è valido per un periodo di tempo specifico secondo le leggi del Governo angolano.

Visto di transito: concesso a coloro che devono transitare per l’Angola per giungere alla destinazione finale. Ha una durata massima di 5 giorni e deve essere utilizzato entro la data indicata sul visto.
Soggiornare in Angola con il visto scaduto comporta una multa pecuniaria relativamente alta e il fermo di polizia.

Visto di breve durata: l’Ambasciata angolana a Roma rilascia anche una tipologia di visto di breve durata “Short Visa”, che può essere rilasciato in 48 ore per soggiorni di 7 giorni. Per maggiori informazioni in merito si consiglia di consultare il sito dell’Ambasciata angolana a Roma www.ambasciatangolana.com.

Formalità valutarie e doganali: per i cittadini stranieri che non risiedono in Angola è obbligatorio denunciare all’ingresso del Paese il possesso di valuta straniera per un ammontare superiore a USD 5.000 a persona; tale soglia è di USD 1.500 per i minorenni. La dichiarazione doganale che viene rilasciata è l’unico strumento che autorizza ad uscire dal Paese portando con sé una quantità di valuta pari o inferiore a quanto dichiarato all’ingresso. E’ proibito uscire dall’Angola con più di 50.000 Kwanza (circa 264 euro).
Si consiglia di portare con sé euro o dollari USA, soprattutto quelli di ultima serie. Il cambio va effettuato sempre in banca o presso gli uffici di cambio autorizzati; il cambio nero, cioè effettuato, per strada è illegale e pericoloso. Gli orari delle banche sono i seguenti: dal lunedì al venerdì dalle ore 8.00 alle ore 15.00. Le carte di credito, ancorché in rapida diffusione presso i maggiori centri commerciali e nei grandi alberghi, non sono accettate ovunque.

GulyScopr.1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *