Parigi…la città dell’amore…e la rive droite

Parigi…la città dell’amore…e la rive droite

Rive Droite o Rive Gauche? A Parigi la sfida è a colpi di bellezza. Ovvero quella in cui ci si imbatte scegliendo di immergersi in interminabili passeggiate in una sponda o nell’altra della Senna.

Ecco perché vi suggeriamo di prendere subito carta e penna e spuntare uno dopo l’altro i luoghi e i monumenti che più vi fanno sognare quando pensate a Parigi tutti rigorosamente sulla riva destra.

COSA VEDERE

  1. Immancabile, all’Opera de Paris. Simbolo per decenni della grandeur artistica della capitale francese, l’Opera resta ancora oggi un grande appuntamento col gusto e l’eleganze à la française che ognuno, specie se alla prima visita parigina, dovrebbe assolutamente mettere in conto.
  2. Poi c’è il Marais, il quartiere ebraico e culturale della capitale francese. Oltre che il simbolo dello shopping per i parigini di tutte le generazioni. Senza contare la bellezza dei suoi scorci urbani e delle sue piazze incantevoli risalenti al 1200. Un esempio su tutte: Place de Vosges.
  3. Parlando di Rive Droite, poi, come non citare Montmartre. La butte (collina) più famosa di Parigi per essere stata per molti anni il quartiere dei più importanti artisti di tutto il mondo è, come si dice, uno spettacolo nello spettacolo della Ville Lumière.
  4.  Louvre è un rito a cui non ci si può sottrarre! Il Louvre, il “museo dei            musei” è qui, insieme ai delicatissimi Giardini des Tuileries.
  5. Il Trocadéro è una attrazione interessante sia a causa della sua particolare        forma che lo fa apparire come un grande complesso monumentale costituito dal Palais de Chaillot, sia per la sua posizione privilegiata, a poche centinaia di metri dalla Torre Eiffel, che si può scorgere guardando al di là della Senna in una cornice urbana incantevole.

COSA FARE

Si possono scoprire i segreti della pasticceria francese, partecipando ad lezioni di cucina a casa di Elodie grazie a Vizeat. Elodie, abita in delizioso appartamento a Montmatre, ed accoglie i suoi ospiti, o i suoi allievi, che dir si voglia, in un salotto deliziosamente arredato e mette a disposizione la sua cucina per far imparare a chiunque a cucinare le migliori ricette che conosce.

Noi dopo aver indossato il grambiule, misurato e mescolato ingredienti, informato pasta frolla, preparato meringa e marmellata di limoni abbiamo assaggiato la nostra creazione; delle mini lemon cake. Accompagnante da pregiato tea bianco, sorrisi e consigli culinari di alto livello. Chiedete ad Elodie anche consigli per la vostra visita in città, scoverà per voi indirizzi di negozi alla moda e super chic, ristorantini per locali e stradine scenografiche che pochi conoscono.

DOVE MANGIARE

Le Grand Cafe Capucines  è un classico ristorante parigino, con pesce freschissimo, ostriche, gamberetti e vongole presentate in maniera regale. Ci si trova immersi in un ambiente belle époque, tappeti, lampadari, arredamento richiamano l’art decò. I tavoli sono piccoli, ma a Parigi è cosi. Il vino alsaziano è ottimo. I prezzi non sono popolari,ma la qualità è alta e nella vita ogni tanto bisogna farsi coccolare. E poi potrete vivere in questo ristorante le atmosfere liberty classiche della ville lumiere.

 

L’affascinante bellezza, la ricchezza dei suoi monumenti, la delicatezza dei suoi edifici, la dolcezza dei suoi viali, la sensualità dei suoi caffè più famosi sono da sempre i punti più belli della Parigi che mi piace e se non sempre è facile raggiungerla è facileragalarsi una sera sul divano, con pop corn e vino bianco per vedere le pellicole che la rendono immortale come “Jules e Jim”,  “The Dreamers”, “Il favoloso mondo di Amelie” o “Midnight in Paris”.

GulyScopr.1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Follow by Email
Instagram